martedì 27 novembre 2012

"Molte donne confondono l'affetto con la Nutella e, l'uomo ingordo, ci si butta dentro finché non svuota il barattolo".

A.Rumi

lunedì 26 novembre 2012

"Vorrei un etto di perplessità!" - Con o senza remore?! - "Non saprei?!? Facciamo due etti, va!"

  A.Rumi

venerdì 23 novembre 2012

"Potrei dirti tutto di me, ma non ne coglieresti l'essenza, perché mi giudicheresti per come tu hai vissuto, che non è uguale al mio".
A.Rumi
"Non esiste la psicologia femminile. Esiste la psicologia, e poi, c'è chi è femminile".

A.Rumi

Si è vero, spesso oltrepasso il confine della decenza ed è questo che mi permette di vedere cosa c'è in tutti gli angoli, anche in quelli sporchi 

(A.Rumi)
"Tu, vedrai solo ciò che io vorrò farti vedere, per il semplice fatto, che non sai guardare oltre il tuo io".

A.Rumi

lunedì 19 novembre 2012

Gli aggettivi della vita


Potrei scriverne un libro
ma  mi mancano gli aggettivi
quelli più importanti
quelli che non ho vissuto
quelli a cui poter dare un peso
perché mi hanno segnato
nel bene e nel male
dopo averli condivisi.
Quindi
posso solo immaginare
scrivendoli
ma non ne posso godere.
E mi resta
solo l'illusione
mera, ma reale
di aver fatto il giusto.
Ma anche il giusto
è qualcosa che non ho condiviso
e non essendo una certezza...


Rumi. A.

venerdì 2 novembre 2012

Offendi pure se ti P.A.S


Premessa di A.Rumi:

Ci tengo a sottolineare la seguente discussione, recuperata su un blog in rete, poichè mi sento tirato in causa sulla discussione, appunto, inerente ai P.A.S. che mi vede, naturalmente, favorevole al sostegno di chi la definisce una patologia invisibile ma molto pericolosa.
Non sono certo io un illustre luminare nel campo della psicologia comportamentale infantile ma, da genitore maschio che ha vissuto e vive l'allontanamento "Passivamente creato" da parte della madre, nei confronti del minore al quale abbiamo dato vita, ne vedo e ne vivo  tutti i sintomi inerenti alla Sindrome da Alienazione Parentale, appunto P.A.S.
Certo è, che questa nuova patologia, non da tutto il mondo scientifico riconosciuta, ha spaccato in due il mondo delle coppie separate e non solo.
Ora, siccome non me ne frega un cazzo da che parte siete schierati, non pretendo neanche che voi possiate capire, se non vivete una situazione simile. ( che non auguro a nessuno)
Quello che leggerete dal prossimo titolo in poi, scritto e tratto dal sito ( http://femminismo-a-sud.noblogs.org/post/2012/11/02/le-calunnie-di-chi-fa-parte-del-fronte-antipas/ )dovrebbe farci capire che, possiamo essere contrari o favorevoli a questa questione ma, mai e dico mai, bisognerebbe far valere le proprie ragioni offendendo, denigrando e calunniando chi non la pensa come noi.

Le calunnie di chi fa parte del fronte Anti/Pas

FikaSicula è morta. Lo ha annunciato a reti unificate. E’ morto il senso politico della sua esistenza. Sopravvivono le diffamazioni e le calunnie che circolano sul suo conto sempre più insistenti da qualche tempo. Ad opera di persone, molte donne, sedicenti femministe, che passano il tempo a indignarsi contro pericolosi pedofili, stupratori, violenti e sostenitori della Pas.
Queste persone stanno concentrandosi moltissimo per rovinarle la reputazione, screditarla e screditare tutto il lavoro politico di FaS. Hanno cominciato a tallonare ogni membro del collettivo per chiedere di prendere le distanze dalle posizioni di FikaSicula, poi hanno presidiato da squadriste la pagina facebook di FaS salvo lamentarsi di essere state bannate. E ancora adesso inseguono FikaSicula immaginandone la presenza in ogni blog, spazio, luogo, frase più o meno descritta nel web anche ad opera di terzi.
Non sono paranoie. Abbiamo tutte le screenshot di ogni frase e ogni discussione in gruppi e pagine pubbliche e private. Sappiamo chi dice cosa, come e contro chi. Ci sono persone che ogni giorno scrivono uno status sulla propria bacheca indirizzati a fikasicula, citandola direttamente o meno. Commenti pieni di cattiveria e odio, acidi, inviperiti, senza alcuna sostanza politica se non la pura diffamazione.
Motivo di tutto ciò è il fatto che FikaSicula con quelli che sostengono la Pas invece che calunniarli ha deciso di parlarci per capirne di più e per sapere come, perchè, cosa, invece che continuare a ragionare di pregiudizi e notizie campate in aria o per lo più tradotte da altre lingue. Ma a prescindere da questo qui e in ogni luogo di FaS si era deciso, da sempre, di non dare spazio a calunnie che citassero persone attribuendo loro reati, crimini, calunnie vere e proprie. Noi qui avevamo una ricerca poltica da fare e non avevamo bisogno di diffamare e calunniare nessuno. Da tempo questo nostro atteggiamento, la richiesta di rispetto dei nostri spazi, per ogni volta che abbiamo chiesto di non nominare nessuno, di non diffamare persone legate ai padri separati o alla questione della Pas, ha disturbato. Le reazioni sono sempre state pessime ma certo non potevano tollerare costoro che come si fa in una democrazia per discutere di proposte di leggi si discuta con chi quelle proposte le fa.
Considerando loro FaS, a torto, come lo spazio legittimante di un gruppo anti/pas trasversale che va dall’estrema destra, passa per pezzi del centro, udc e pdl e varie e arriva alla sinistra, più era chiaro che qui qualcuna di noi, FikaSicula innanzitutto, al di là delle singole opinioni del collettivo che come sempre è fatto da persone che si occupano di cose diverse senza limitare le ricerche degli altri, voleva discutere di queste cose senza consentire l’uso di calunnie e diffamazioni più si sono inferocite queste frange che si sono sentite delegittimate nella loro pratica politica.
Per riuscire a sopravvivere alla enorme mole di insulti e diffamazioni e calunnie depositate qui e là ai danni di padri separati e pro/pas FikaSicula ha dovuto pubblicare le linee guida per parlare di pas ed è in preparazione un altro mio post di linee guida per parlare di padri separati. Abbiamo dovuto anche pubblicare una netiquette sulla stessa linea.
Sulla Pas, sul fatto di non considerarla una malattia, nessuno qui ha cambiato idea, maproblematizzare la faccenda e discutere di padri separati come persone che rivendicano diritti e di pro/pas come legittimi soggetti che hanno una idea, seppur diversa, dalla nostra, ha provocato una cosa che francamente non ci aspettavamo. Non con questa virulenza e questa distruttività o meglio intolleranza.
FikaSicula non ha permesso che si parlasse di padri separati chiamandoli pedofili e violenti e lei di colpo viene definita come colei che difende gli assassini e gli stupratori e i pedofili. FikaSicula non permette che si parli di antifemministi, con i quali lei ha intrapreso un confronto alla luce del sole, come su questo blog spesso riportato, non permette che se ne parli come se fossero una banda di stupratori e pedofili e violenti. Sono persone unite in uno schieramento trasversale, dove trovi gente laica, di sinistra, libertaria, antiautoritaria, intelligente, anche, e per argomentare il suo disaccordo su alcune, tante, poche, infinite posizioni lo fa con rispetto e senza calunniare nessuno. Semplicemente lo dice, ne discute, talvolta trovandosi anche d’accordo su alcune cose come capita a chi fa parte del fronte Anti/Pas con Mussolini e varie destre e Udc e rappresentanze di ogni colore e posizione. Ma fa di più, FikaSicula, rivendica di aver conosciuto e di voler confrontarsi con persone perbene,donne intelligenti che vengono perseguitate da altri fronti e per le stesse o altre ragioni, uomini che stanno in sciopero della fame per ottenere che sia calendarizzata una proposta di legge sul divorzio breve, brave persone che si battono per un welfare differente, che immaginano un futuro in cui le donne non devono fare solo le madri e gli uomini non devono solo fare quelli che mantengono le famiglie, uomini che cercano risposte su una questione maschile che offre ulteriori spunti di analisi e riflessione rispetto alle questioni di genere, persone che hanno una lettura degli eventi che quasi ci somiglia perché declinano una forma di antiautoritarismo che offre molti spunti critici a chi ha voglia di vederli, persone che chi più e chi meno hanno un proprio progetto di futuro, condivisibile o no, con il quale bisogna fare i conti. Poi, certo, come qui abbiamo sempre denunciato, in quel contesto come nel nostro ci sono persone che si comportano in modo pessimo, che ci offendono e con le quali nessuno, neppure FikaSicula, parla. Persone che il fascismo lo realizzano nei fatti, nella sostanza delle cose, l’autoritarismo e la misoginia se la rivendicano così come l’intolleranza e il bieco pregiudizio e il sessismo nelle nostre fila, ma imparare a distinguere è il primo passo per separare idee e metodi e per portare i ragionamenti su una base chiara in cui consenso e dissenso non sono pronunciati in base a pregiudizi e diffamazioni ma su presupposti politici, con argomenti politici.
Insomma, è complicato tutto ciò ma facebook pare impazzita al momento, c’è un gruppo di gente linciante che vuole la testa di FikaSicula è vuole ammazzarla per davvero in termini politici. Vogliono impiccarla, lapidarla, sezionarla, infliggerle finanche punizioni corporali sulla base di balle infinite e di un atteggiamento medioevale, cieco, furioso, spaventoso.
Perché si, c’è qualcuno più fascista e sessista e autoritari@ di quelli che venivano e vengono considerati fascisti, sessisti e autoritari.
Diffamazioni. Calunnie. Gogna. Persecuzione costante, quotidiana, infinita. Le cose scritte in basso sono da querela. Perché se dici che una persona difende stupratori e assassini (dove? quando? in quale post? dateci un link, prego.) o se addirittura le attribuisci una intenzione sulla base di un racconto pubblicato altrove solo perché reca sul titolo la parola nazista e se ogni frase scritta qui o sulla pagina facebook, gestita da più persone, la attribuisci a lei, tutte queste cose devi dimostrarle. Diversamente stai infamando una persona perché non sai fare altro nella vita che questo.
Volete una rappresentanza AntiPas? Avete la Mussolini. Vi basta lei. Vi basta Barbara D’Urso. Siete a posto così. Non vi serve FaS e non vi serve FikaSicula. Perché qui si ragiona in modo civile. Volete essere liberi di chiamare i padri separati e gli antifemministi pedofili, assassini, stupratori e violenti? Fatelo sulle vostre pagine con tutte le conseguenze che ve ne deriveranno ma per ciò che riguarda noi, qui, che la Pas ci piaccia o meno o che le proposte di padri e antifemministi ci piacciano o meno siamo tutti concordi nel dire che qui nessuno calunnia nessuno e sicuramente nessuno calunnia FikaSicula (RIP).
Eccovi alcuni minimi esempi, solo i più recenti e tratti da pagine pubbliche, di provocazioni e calunnie e diffamazioni e infamie contro FS:
Questa cosa è stata scritta da una persona che con FS non c’entra nulla ma chi scrive questo commento ha il gran difetto di diffamare FS e di attribuirle perfino gli alluvioni e i tornado in giro per il mondo.
Commento all’insegna dell’insulto gratuito e della competizione della tetta. Faremo un Tetta Contest per vedere chi ce l’ha più bella, eh? Che soddisfazione!
Il racconto di cui parla è questo e per lei la narrativa, attribuita a FS anche se tratto da un altro blog dove c’è chi analizza in dettaglio post per post per scovare pretesti per altre infamie, è comunque un manifesto politico. Ah, uno scoop: i padri separati non sono una lobby. A fronte della totale sfiducia che noi abbiamo nelle istituzioni loro invece sono quelli che, ingenui, si fidano ancora e quindi compiono un iter lungo e difficile attraverso commissioni parlamentari e aule e varie fasi di consenso democraticamente partecipato per tentare di ottenere la approvazione di una loro proposta di legge. Che ti piaccia o no se vuoi misurarti con loro devi discuterne nei luoghi preposti, in pubblico e nelle sedi opportune e chissà come e perché ti obbligano a fingere perfino che la democrazia abbia un valore, guarda un po’. Se loro sono una lobby allora lo è chiunque costituisca un gruppo di pressione politico per ottenere l’approvazione di un ddl, incluse quelle che parlano di femminicidio e convenzioni contro la violenza sulle donne.
Ancora diffamazioni e calunnie e queste signore devono dirci dove hanno letto di simili sostegni e di difese di tutte queste categorie criminali. Chi sono gli assassini e gli stupratori sostenuti da FS? Dove è stato mai scritto che FS sostiene assassini e stupratori? Avvocato, questa è calunnia e diffamazione o no?
Alcune delle persone che sulla bacheca della DoppiaWQualcosa, tra un insulto e un po’ di odio e di veleno quotidiano, sono lanciatissime in questa santa crociata alla lapidazione di FikaSicula. Ce ne sono altre, donne, e qualche uomo che partecipa al linciaggio. Tutte persone politicamente impeccabili, certamente.
Questo è da ascrivere al capitolo “deliri” oltre che diffamazioni perché noi non siamo come certa gente che contatta i membri del collettivo FaS in privato per diffamare e far buttare fuori dal collettivo FS. Noi le nostre discussioni le facciamo in pubblico, come sempre. Ma del fatto che si tratti di un delirio si renderanno in primo luogo le stesse amicizie di costei dato che sanno che nessuno le ha mai contattate.
Diciamo che ora basta. Perché non solo NON siete riusciti/e a spaccare il nostro collettivo, ma siete riusciti a compattarlo perché noi abbiamo rispetto per i singoli percorsi di ciascun@.
La vostra attività squadrista, andare in giro per facebook a diffamare FaS o FikaSicula, “suggerire” la disiscrizione dalla pagina fb di FaS sulla base di calunnie è l’esempio di tutto ciò che in politica personalmente disapprovo. La ricerca del dettaglio, del pretesto per infangare la reputazione di una persona è miserabile. Tutto ciò rivela una miseria senza fine.
Anche a questo lei si riferiva quando parlava della miseria degli obiettivi di un certo femminismo italiano. I vostri obiettivi politici?
Abbattere una pagina facebook, anzi due. Quella dei padri separati e ora quella di FaS e in ultimo screditare, distruggere, calunniare. Che tristezza! Se questo è femminismo allora davvero c’è da chiedersi se qui bisogna chiamarsi femministe.
Ps: mentre leggete sappiate che DoppiaWQualcosa ha pubblicato nel frattempo altri quattro status e vari commenti pieni di livore, astio, balle, insulti, veleno, illazioni, in cui sostanzialmente, in preda al delirio e ad una strana euforia, parla da sola, al vento, contro FikaSicula in attesa che qualcun@ clicchi un like. Suo obiettivo politico è avere licenza dicyberstalking su di lei e di distruzione su tutto il collettivo di FaS.

11 Responses

Stay in touch with the conversation, subscribe to the RSS feed for comments on this post.
  1. Maurizio says
    Solidarietà nei confronti di Fikasicula(e del collettivo di FaS) anche da parte mia.
  2. simulAcro says
    @fabrizio marchi
    per manifestare solidarietà non basta scrivere un comunicato in cui si usa la parola “solidarietà”
    piuttosto che quel comunicato, distante e per nulla solidale nei toni e nei contenuti, migliore forma di solidarietà da parte vostra per FS sarebbe certamente stata il silenzio
    saluti libertari
    (da un uomo senza etichette -né alfa, né beta, né gamma e né delta…)
  3. lafra says
    Oltretutto in questo psicodelirio anti-fas manco si sono accort* che frasette fb che criticano con tanto livore sono scritte da persone diverse, invece di vedere fikasicula in ogni granello di polvere. e che davvero non si capisce perché un gruppo politico che si fa un mazzo tanto deve rendere conto a loro. vuoi fare una critica? scrivi un comunicato dove prendi le distanze, ti dissoci, rifatti la verginità visto che ci tieni tanto. ma politicamente, non buttando tutto in maniera da ferire persone che fanno percorsi politici, a volte impopolari (bello è essere sempre tutt* d’accordo..), a volte solitari, comunque sempre molto coraggiosi. si può avere idee diverse e scannarsi politicamente ma le sensibilità e le scelte personali delle persone non si mettono in discussione. e poi anche un bel vaffanculo che ci sta sempre bene. davvero di cuore!
  4. Alessandra says
    @Cybergrlzz: Ho capito cosa vuol dire il tuo post e cosa chiarisce. Ma per me quello che tu dici può non essere la verità assoluta, e la stima fra Fikasikula e maschibeta non è per me un dogma da rispettare. Esprimere perplessità e un civile dissenso (niente a che vedere con i deliri idioti del “ti sei venduta al nemico”, lungi da me): non si dovrebbe aver paura di questo, anche durante i funerali, né liquidare sempre chi lo fa al rango di povero scemo che non capisce.
  5. Avatar of cybergrrlzcybergrrlz says
    Alessandra il post che ho scritto chiarisce che i movimenti di cui parli non sono “machisti” e che la solidarietà evidentemente non è “pelosa”. Sono persone che stimano FikaSicula e questo prescinde dalla diversità di opinioni che tra lei e altre persone ci può essere. Separare la solidarietà buona da quella cattiva anche nel corso di un funerale direi anche no, per favore. Grazie.
  6. Fabrizio Marchi says
    machista, cara (si fa per dire…) Alessandra, lo dici a tuo fratello, non a noi, che di peloso abbiamo solo il nostro corpo (volutamente non depilato)…
  7. Alessandra says
    Auguro il meglio a Fikasikula. Mi dispiace solo vedere tutta questa pelosa solidarietà di movimenti machisti su questo sito che leggo da anni e sento anche mio. Non è giusto.
  8. Fabrizio Marchi says
    Il link del comunicato che abbiamo pubblicato sul sito del Movimento degli Uomini Beta:
    http://www.uominibeta.org/2012/11/02/solidarieta-per-fikasicula/
  9. dadtux says
    Tutto il mondo è paese…
    Segnalo questo post apparso su Psychology Today in cui Amy Baker, la direttrice per la ricerca del Vincent J. Fontana Center (una istituzione per la protezione dei minori) confessa di essere oggetto di quotidiani tentativi di intimidazione. E questo perché studia la PAS, (ha pubblicando una ricerca edita anche in Italia dalla Giunti) e testimonia come esperto nelle cause di affido.
    Buona fortuna anche a FaS dunque


giovedì 1 novembre 2012