giovedì 11 ottobre 2012

#TA12


Perché scrivere dei  #TA12?

Per il semplice fatto che è stato l’ EVENTO. E non come ha scritto qualcuno:  “Un raduno per quattro sfigatii”.
Scriverne è importante,  perché chi ha organizzato l’EVENTO, riesce a rendersi  conto dove ha fatto bene e dove è stato carente.  A mio avviso, a parte qualche problemuccio  tecnico/audio e l’assenza di un WIFI libero, “l’idea” ha preso forma e, notevole sostanza.
Io c’ero , ed ho avuto modo di rafforzare quella mia convinzione personale che, dietro ad un Nik, c’è comunque  un essere umano che  gli dà forma e respiro.  Un essere umano con tutte le sue sfaccettature caratteriali e fisiche.

Ma chi sono quelli che hanno un account  su Twitter? Quelli che  si iscrivono per semplice gioco; quelli che lo usano per lavoro;  quelli che lo usano per amoreggiare;  quelli che vogliono dire cose a cazzo; quelli che vorrebbero esprimersi altrove ma, non avendone il coraggio o la possibilità, lo fanno Lì; quelli che, comunque vada, sono se stessi  dentro e fuori queste due realtà parallele.
Ecco, QUELLI siamo tutti noi che stiamo su Twitter.

Compresi i più feroci critici dell’ EVENTO, i quali, non si rendono conto che, quando muovono critiche, non lo stanno facendo contro un avatar ma verso un essere umano. Quindi, in quel preciso momento,  stanno interagendo “ come persone reali  con persone REALI”. E non penso di loro che siano dei  ROSICANO. Sostengo anzi, che non fanno altro che avvalorare la mia convinzione di quanto detto  sopra.

In conclusione, questo EVENTO, ha dato a molti la possibilità di socializzare con persone che, se incontrate in altro contesto, probabilmente non le avrebbero neanche considerate; perché a differenza di un normale approccio “Per Strada”, dove l’aspetto fisico è il primo ad essere giudicato, sui social prevale la personalità che traspare e lasciamo trasparire dalle parole scritte.  

I complimenti  li porgo a tutto lo staff tecnico e a quelli che hanno collaborato per rendere questo EVENTO anche gratuito. A  Rudy Bandiera e a Skande dico che: “Quando una persona , nel lavoro che stà facendo, oltre che a metterci la faccia e la passione, ha sempre il sorriso in volto, non può che essere una persona speciale”.  

 A.Rumi

 

3 commenti:

  1. Io non posso che ringraziarti. Grazie davvero.

    RispondiElimina
  2. Sorrido, perchè nonostante fatiche e difficoltà è questo lo spiirto delle persone che incontrato e ri-incontrato Sabato scorso. Grazie di cuore.

    RispondiElimina
  3. I ringraziamenti son solo per voi.

    RispondiElimina

Tutto ciò che scriverai di : offensivo, lesivo per la dignità altrui, ingannevole ecc..., sarà assoggettabile giuridicamente solo ed esclusivamente alla tua responsabilità.